La Croce Rossa

Sicurezza e fiducia

La Croce Rossa

La fama della Svizzera come nazione dalla spiccata tradizione umanitaria è dovuta anche alla fondazione della Croce Rossa a Ginevra. Nel 1859 il commerciante svizzero Henri Dunant fu testimone di un massacro tra soldati austriaci, italiani e francesi nei pressi della cittadina italiana di Solferino. Dunant organizzò i soccorsi per i diecimila feriti. Quindi invocò la fondazione di organizzazioni di soccorso nazionali che in tempi di pace insegnassero a volontari a curare i feriti di guerra. Nel 1863 i membri della Societè d'Utilitè Publique di Ginevra fondarono un comitato internazionale delle società di soccorso ai feriti in guerra, che dal 1876 porta il nome di Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), lo stesso di oggi. Da allora la CICR, un'organizzazione imparziale, neutrale e indipendente, si è occupata delle vittime civili, dei mutilati di guerra e dei prigionieri in innumerevoli conflitti. Al terzo posto tra i finanziatori del budget annuale di circa 1 miliardo di franchi vi è la Svizzera (fonte: Consiglio federale). I membri del comitato, in numero variabile tra 15 e 25, sono esclusivamente di nazionalità svizzera.

Come simbolo inconfondibile dell'aiuto neutrale e imparziale per tutte le vittime di guerra, nel 1863 è stata scelta una croce rossa su fondo bianco, quindi l'inverso della bandiera della patria di Dunant. Nel 1876 per i paesi islamici fu introdotta la Mezzaluna Rossa, mentre nel 2007 è stato aggiunto il Cristallo Rosso.